«Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.»

Fu Lavoisier nel ‘700 a redigere per la prima volta questo postulato, così attuale da poter essere ricondotto spontaneamente, oggi, all’ambito enologico.

Il vino non è altro che il risultato di una trasformazione, l’attuazione di un attento studio nato da un’inspirazione, un’incessante ricerca di equilibrio tra le sue componenti.

È arte, posta al cospetto della sfera soggettiva.

Ecco, dunque, che vino e arte si intrecciano e si fondono in armonia.

Se l’arte offre un percorso introspettivo attraverso il quale lo spettatore liberamente interpreta l’opera dell’artista, così il vino propone un percorso sensoriale, un percorso equilibrato e costante, esaltandosi come varietà di sensazioni gustative.

È la sensibilità la chiave dell’interpretazione: è un valore, è la capacità di intuire le tante sfaccettature e le sfumature più segrete delle cose.

Il vino di Donna Viola si presenta non solo come nuovo e inedito elemento di design, ma come ‘arte del gusto’, vera e propria sorgente di emozioni.

Per questo il nostro progetto è nato da una profonda quanto sincera collaborazione tra Donna Viola e Piskv, architetto e street artist dal sangue pugliese che ha accettato con entusiasmo l’idea di reinterpretare il concetto di ‘bottiglia di vino’, attraverso il suo stile ispirato ad un modernismo dinamico.

DONNA VIOLA

Donna Viola è l’emblema di un volto fiorito e femminile, un progetto che punta alla valorizzazione di un territorio tanto antico quanto denso di storia che, tuttavia, non cessa di reiventarsi offrendo sogni e prospettive: la Puglia.

Shop Online

Condizioni di Vendita
Resi e Recessi
Privacy Policy
Cookie Policy